Pocket Revolution

Rivoluzione Quantizzata in arrivo, nell'attesa CONSERVARE BOTTIGLIE VUOTE

Conservate Bottigliette Vuote

leave a comment »

Pocket Revolution in versione Extra Small

http://vintagevil.tumblr.com/

Annunci

Written by Giorgio Acrilico

14 maggio 2010 at 09:09

Pubblicato su Cut-up, dada

Tagged with , , ,

Continuate a conservare bottiglie vuote

leave a comment »

E comincia il nuovo anno.

E forse ricomincio a mettere qualcosa nel blog, certo ancora il problema della direzione c’è, cioè cosa mettere, però presto comincerò a recensire qualcosa altrimenti si continuerà con le cazzate in libertà.

Buon anno comunque 😀

Written by Giorgio Acrilico

8 gennaio 2010 at 17:47

Pubblicato su blog del blog

Ampia capacità di sintesi

leave a comment »

Possiedo ampie capacità di sintesi.

Riesco a dare una definizione veloce e funzionale delle cose che sto studiando.

Ad esempio da un acronimo che corrisponde ad un certo argomento, e nel caso della spettroscopia NMR questo vuol dire un tipo di tecnica da usare, dall’acronimo, dicevo, riesco a ricavarmi la sequenza, la funzione, i vantaggi e gli inconvenienti, oltre a saper disegnare la tipologia di spettro che si ottiene dalla detta sequenza. Questo grazie alla mia capacità di comprimere concetti in pacchetti che si aprono in sequenza una volta richiesti.

Il problema sorge quando aperto il pacchetto, con definizione corretta, soffre però di un errore strutturale commesso durante la fase dell’apprendimento. Cioè quello che stavo imparando o che pensavo di imparare in realtà è sbagliato, ho quindi capito male. Però la sovrastruttura data al concetto, nonostante sia inesatta, è ben esposta ben ordinata e possiede persino una logica coerente. Però è sbagliata, e che palle!

A seguire un simpatico sito con una parziale lista di acronimi NMR

Written by Giorgio Acrilico

27 novembre 2009 at 20:14

Pubblicato su metodologia

Tagged with ,

Monitor Napolitano

leave a comment »

Nota politica. Napolitano stamattina dopo l’udienza con l’Anmil, l’Associazione nazionale dei mutilati ed invalidi del lavoro, ha chiamato i giornalisti per esprimere il suo pensiero:

L’interesse del Paese, che deve affrontare seri e complessi problemi di ordine economico e sociale, richiede che si fermi la spirale di una crescente drammatizzazione, cui si sta assistendo, delle polemiche e delle tensioni non solo tra opposte parti politiche ma tra istituzioni investite di distinte responsabilità costituzionali.
Va ribadito che nulla può abbattere un governo che abbia la fiducia della maggioranza del Parlamento, in quanto poggi sulla coesione della coalizione che ha ottenuto dai cittadini-elettori il consenso necessario per governare. E’ indispensabile che da tutte le parti venga uno sforzo di autocontrollo nelle dichiarazioni pubbliche, e che quanti appartengono alla istituzione preposta all’esercizio della giurisdizione, si attengano rigorosamente allo svolgimento di tale funzione.
E spetta al Parlamento esaminare, in un clima più costruttivo, misure di riforma volte a definire corretti equilibri tra politica e giustizia.

Chiarissimo. Magistratura fatti i cazzi tuoi, parlamento mettetevi d’accordo sul come non prenderla in culo, che tanto a firmare le leggi ci sto io.

A parte che il parlamento in questo periodo non sta facendo proprio niente, comanda il governo a colpi di fiducia e decreti legge (tutti firmati dal simpatico presidente). Ma poi si è già scordato il giorno dopo la bocciatura del Lodo Alfano, norma palesemente incostituzionale, del cazziatone che gli ha fatto berlusconi, arrabbiato perché Giorgio non gli ha garantito la copertura politica in consulta del lodo.

Comunque Napolitano si prepara all’ennesima sfida: firmare la legge vergogna scritta dagli avvocati di silvio sui processi brevi o meglio sul suo breve processo. Il problema non è la magistratura che vuole mantenere i propri privilegi o  gli infiniti tempi processuali, il problema è che bisogna bloccare un paio di processi dove l’indagato è il presidente del consiglio, che comunque tiene a ribadire che anche quando arriverà una condanna lui resterà al suo posto. Bravo lui e bravo pure Giorgione che firmerà dormendo sonni tranquilli.

Geotagging

leave a comment »

Ecco subito aggiornato il geotag

Sono tornato a Roma dopo 12 ore di autobus: ho dormito quasi bene stavolta.

Peccato per il film hanno messo stavolta un film di Pieraccioni orrendo, come tutti gli altri, quello fastidiosssimo dove parla tutto il tempo con lo spettatore nel suo odioso toscano spiegando la sua visione del matrimonio. Insieme a Sconsy o comecavolosichiama, che non c’entra una cippa con il film però evidentemente in quel periodo era reduce dal successo di zelig e andava messa di traverso nel film, dove appunto interpreta il suo personaggio e basta. Un capolavoro ancora purtroppo non compreso.

Io intanto ascoltavo altro sull’ipod.

Cari autisti della SAIS: ma perchè mettete sempre gli stessi film? L’altra volta, all’andata, mi avete stupito invece, mettendo due prime visioni: La Matassa, anche se in realtà ero l’unico nell’autobus a non averlo visto, ed era pure in tema per quelli che viaggiano in sicilia, ed avete pure messo “Si può fare” che è davvero un bel film (lì però ero l’unico ad averlo visto). Per la prossima volta fatemi vedere Baaria che tanto al cinema di mio non ci andrò mai a vederlo e dura tanto così il viaggio passa più velocemente, oltre ad essere pieno di siciliani e sicilia.

Buckminsterfullerene

leave a comment »

Odio gli architetti

Detto questo volevo fare un post contro gli architetti che con le loro cagate rovinano le città.

Poi ho pensato a Richard Buckminster Fuller e mi son detto, ok lo scrivo una altra volta adesso parlo di questo genio.

bucky_lecture

Come ho conosciuto Richard Buckminster Fuller.

Studio chimica. Del carbonio tempo fa erano note solo due forme, Grafite e Diamante. Poi negli anni 80 si trova una terza forma: la forma palla.

La chimica è complicata, la geometria pure: in due parole la struttura atomica della grafite è composta da una serie di esagoni uniti tutti insieme su più strati, un foglio sopra un altro. Il diamante presenta una struttura tetraedrica infinita, insomma ogni carbonio è collegato ad altri 4 carboni tutti alla stessa distanza. Guardate la tabella magari vi rendete meglio conto di quello che scrivo.

La terza forma (ce ne sono anche altre sempre nella tabella potete darci una occhiata) si tratta di una palla appunto. Un pallone da calcio meglio. Esagoni e Pentagoni uniti per fare un pallone. Si tratta della ultima grande scoperta della chimica inorganica, una cosa che adesso trovate in tutti i libri di chimica generale.

Scoperta questa palla bisognava dargli un nome: scelsero Buckminsterfullerene in onore del geniale architetto perché ricordava le cupole geodetiche che hanno una struttura simile. In realtà la struttura è differente le cupole non hanno pentagoni ed esagoni ma triangoli. Il pallone da calcio è identico invece, un nome più corretto sarebbe stato Beckembauerfullerene.

Quindi nei miei primi anni di università per me Richard Buckminster Fuller era un architetto che dava il nome ad una molecola divertente, importante e facile da costruire con i modellini. Mi sbagliavo Richard Buckminster Fuller era molto di più.

557px-Eight_Allotropes_of_Carbon

a) Diamante; b) Grafite; d) Buckminsterfullerene; c,e,f,g,h) Altre forme allotropiche del carbonio

Written by Giorgio Acrilico

21 novembre 2009 at 22:42

Buongiorno Nebbia

leave a comment »

Ore 6:30 Caltagirone più o meno qui

 

Tutto Grigio e un freddo gelido.

I telegiornali segnalavano in questi giorni il caldo record in sicilia. Immagini classiche di gente al mare, gente che prende il sole.

Sto solo per tre giorni per la laurea del mio migliore amico, ho lasciato a roma la roba pesante perché tanto i tg dicono che c’è un caldo della madonna.

I telegiornali dicono un sacco di cazzate.

Caltagirone Capitale Europea della Nebbia.

Però quanto cazzo mi piace questa nebbia.Serate che rendono così vittoriana questa cazzo di città. Forse sarei dovuto restare qui. Ma tanto sarò già scappato a Berlino Est

Written by Giorgio Acrilico

21 novembre 2009 at 00:39

Pubblicato su conservare bottiglie vuote, nebbia, sicilia

Tagged with ,