Pocket Revolution

Rivoluzione Quantizzata in arrivo, nell'attesa CONSERVARE BOTTIGLIE VUOTE

Archive for the ‘conservare bottiglie vuote’ Category

A Roberto

leave a comment »

L’unico stronzo che si legge questo blog 😀

Written by Giorgio Acrilico

4 maggio 2011 at 15:02

Ripensare al ruolo

leave a comment »

Devo riconsiderare il ruolo di questo blog. Penso che davvero non serva ad un cazzo, ma forse ne ho bisogno. Il tema è manuale della rivoluzione tascabile, ma in questo periodo sono davvero confuso. Adesso sono tutti rivoluzionari senza fare niente, basta postare qualche link di satira o di repubblica per essere apposto con la coscienza. Qualche canzone sul proprio profilo e ho risolto. Ma dove è finita la questione politica? Ma davvero dobbiamo stare a parlare della concussione e delle troie?

Oltre il mare succede di tutto e noi continuiamo ad usare facebook o twitter per le foto o il cosa state facendo. Che poi parliamo di società che non interessa finanziare la rivoluzione ma finanziarsi con la pubblicità. Sarebbe meglio smettere di postare foto personali usarlo davvero come strumento e smetterla di far parte del grande progetto di marketing. Ma continuiamo a fare le foto dei nostri acquisti, a far ascoltare la nostra musica eccetera.

Chissà come è la politica di wordpress, ma mi è sempre sembrato tranquillo ma chissà.

Written by Giorgio Acrilico

18 febbraio 2011 at 10:28

Monitor Napolitano

leave a comment »

Nota politica. Napolitano stamattina dopo l’udienza con l’Anmil, l’Associazione nazionale dei mutilati ed invalidi del lavoro, ha chiamato i giornalisti per esprimere il suo pensiero:

L’interesse del Paese, che deve affrontare seri e complessi problemi di ordine economico e sociale, richiede che si fermi la spirale di una crescente drammatizzazione, cui si sta assistendo, delle polemiche e delle tensioni non solo tra opposte parti politiche ma tra istituzioni investite di distinte responsabilità costituzionali.
Va ribadito che nulla può abbattere un governo che abbia la fiducia della maggioranza del Parlamento, in quanto poggi sulla coesione della coalizione che ha ottenuto dai cittadini-elettori il consenso necessario per governare. E’ indispensabile che da tutte le parti venga uno sforzo di autocontrollo nelle dichiarazioni pubbliche, e che quanti appartengono alla istituzione preposta all’esercizio della giurisdizione, si attengano rigorosamente allo svolgimento di tale funzione.
E spetta al Parlamento esaminare, in un clima più costruttivo, misure di riforma volte a definire corretti equilibri tra politica e giustizia.

Chiarissimo. Magistratura fatti i cazzi tuoi, parlamento mettetevi d’accordo sul come non prenderla in culo, che tanto a firmare le leggi ci sto io.

A parte che il parlamento in questo periodo non sta facendo proprio niente, comanda il governo a colpi di fiducia e decreti legge (tutti firmati dal simpatico presidente). Ma poi si è già scordato il giorno dopo la bocciatura del Lodo Alfano, norma palesemente incostituzionale, del cazziatone che gli ha fatto berlusconi, arrabbiato perché Giorgio non gli ha garantito la copertura politica in consulta del lodo.

Comunque Napolitano si prepara all’ennesima sfida: firmare la legge vergogna scritta dagli avvocati di silvio sui processi brevi o meglio sul suo breve processo. Il problema non è la magistratura che vuole mantenere i propri privilegi o  gli infiniti tempi processuali, il problema è che bisogna bloccare un paio di processi dove l’indagato è il presidente del consiglio, che comunque tiene a ribadire che anche quando arriverà una condanna lui resterà al suo posto. Bravo lui e bravo pure Giorgione che firmerà dormendo sonni tranquilli.

Buongiorno Nebbia

leave a comment »

Ore 6:30 Caltagirone più o meno qui

 

Tutto Grigio e un freddo gelido.

I telegiornali segnalavano in questi giorni il caldo record in sicilia. Immagini classiche di gente al mare, gente che prende il sole.

Sto solo per tre giorni per la laurea del mio migliore amico, ho lasciato a roma la roba pesante perché tanto i tg dicono che c’è un caldo della madonna.

I telegiornali dicono un sacco di cazzate.

Caltagirone Capitale Europea della Nebbia.

Però quanto cazzo mi piace questa nebbia.Serate che rendono così vittoriana questa cazzo di città. Forse sarei dovuto restare qui. Ma tanto sarò già scappato a Berlino Est

Written by Giorgio Acrilico

21 novembre 2009 at 00:39

Pubblicato su conservare bottiglie vuote, nebbia, sicilia

Tagged with ,

Il Lotto, il Superenalotto e molto altro solo su Pocket Revolution

leave a comment »

Da un po’ non scrivo nulla sul blog.

Un paio di cose sono cambiate e oggi che sono nuovamente in sicilia riscrivo qualche cosa.

lotto(1)

Che c’entra?

Niente però non so perché, o meglio lo sò, parlo del lotto.

Un sacco di blog si occupano del lotto del superenalotto e del nuovo gioco win for life. Quindi perché non posso farlo anche io?

C’è una situazione paese italia che fa tanto schifo. Il paese italia sta attraversando una crisi nera: fabbriche e aziende che chiudono, operai in cassa integrazione se fortunati ma tutto questo a malapena si vede sui telegiornali regionali o sul tg3. Intanto sul tg1 compare spesso la scritta in sovraimpressione con i numeri del superenalotto, un gioco che per gli eventi di questa estate, leggi jackpot milionario, è diventato, se già non lo era, sport nazionale.

Le probabilità di vincere al superenalotto sono le stesse di un meteorite sul parabrezza, anzi penso che il meteorite sia più probabile. E spuntano nuovi giochini tipo Win For Life che tanto prendono per il culo, complimenti ai geni che l’hanno inventato, tra l’altro non so in quale rivista del cazzo tipo Chi o novella 2000 o Gioia ho trovato un schifosissima intervista al genio promotore del giochino.

Vado a comprare il tabacco al tabacchino e trovo sempre vecchiette intente a comprare gratta e vinci, ma mica quelli stupidi da un euro, magari! ma quelli più tosti e pure in grosse quantità.

Oppure provate ad andare in un bar a Roma: troverete sempre una bella macchinetta videopoker o slot machine.

Per non parlare delle ricevitorie: una volta erano dei posti frequentati da simpatici malavitosi tipo lo storico punto SNAI di Caltagirone (due volte al mese rapinato), adesso praticamente ovunque si può scommettere all’edicola, al bar, al tabaccaio persino in cartoleria. Pure a casa, ci stanno una belle serie di siti online per le scommesse e mica solo cavalli, si scommette su tutto.

Poker online? Sto diventando ripetitivo

Allora?

Sul letto di morte, Morris Zelig dice al figlio che la vita è un incubo di dolore senza nessun senso, e l’unico consiglio che gli lascia è: conservare bottiglie vuote.

Written by Giorgio Acrilico

20 novembre 2009 at 22:13